NBS Stories: Donato Vassalli tra sport, salute e viaggi

NBS Stories: Donato Vassalli tra sport, salute e viaggi

7 aprile: giornata mondiale della salute. Si celebra ogni anno per ricordare la fondazione dell'Oms avvenuta il 7 aprile 1948.


La salute è un tema che sentiamo molto vicino: non solo per la capacità di NBS di prevenire le periostiti tibiali nello sportivo, ma per un discorso più ampio di salute e sport che vanno di pari passo.


Impariamo ad abbracciare lo sport a 360°, il nostro corpo e la nostra mente ringrazieranno.

Quindi vi presentiamo Donato Vassalli: medico della Nazionale Italiana di Rugby, sportivo e imprevedibile, come tanti altri personaggi di NBS Stories

 

Cilentino di nascita e toscano d’adozione, Donato Vassalli è medico, specialista in Reumatologia e S.A. della Federazione Medico Sportiva Italiana.


È stato titolare di un insegnamento presso la Università Pitiè Salpetriere a Parigi, mentre oggi è docente presso il Master di Fisioterapia e Riabilitazione nello Sport dell’Università di Siena e responsabile scientifico di 360 Sport Wellness Lab.


Non solo: da anni fa parte dello staff della Nazionale Italiana di Rugby e segue atleti di interesse nazionale ed internazionale in altre discipline sportive.

 

Sport, salute e la grande passione dei viaggi

 

“Inizio a viaggiare seriamente vincendo il concorso "Renault sulle strade del Mondo": quaranta giorni con una Renault 4, in giro per la ex Unione Sovietica. Da lì in poi i viaggi diventano sempre più particolari e imprevedibili”.


Dalla spedizione a piedi nel Parque National Torres del Paine (Patagonia Cilena), all’attraversamento dei Monti Altai e di una parte del Deserto del Gobi (Mongolia esterna), dal trekking del Canyon del Colca al Camino Real in Perù. Viaggia in Himalaya, nel Kashmir, Ladack e Zanskar.

In Indonesia, dove organizza una spedizione in kayak e gommone e in Groenlandia dove è protagonista di una spedizione in autosufficienza con sleddog e con una speciale slitta trainata da kite.


Ma ancora: il deserto del Fezzan (tra Libia, Ciad e Niger) a piedi e con cammello, e poi Lapponia, Kazakistan, India, Romania, Siberia, Finlandia, Argentina e Circolo Polare Artico in Norvegia.


“L’ultimo viaggio, per ora, si è svolto a fini benefici nel Salar de Uyuni, nelle Ande Boliviane, che ho attraversato con un carretto trainato da vele”.

 

360 SPORT WELLNESS LAB: un laboratorio al servizio dello Sport 

 

Oltre alla grande passione dei viaggi, ama anche il suo lavoro.


360 Sport Wellness Lab è un nuovo progetto, uno spazio “con differenti e sinergiche professionalità (medici, preparatori atletici, psicologi, video analisti e atleti), al servizio degli sportivi professionisti ed amatoriali, ma anche a supporto di chi svolge attività motoria senza fini agonistici e di chi vuole mantenersi in forma con stili di vita corretti.


Proponiamo valutazioni di varia natura, supportiamo team, atleti e preparatori atletici nel loro lavoro e ci dedichiamo anche alla preparazione di spedizioni, imprese sportive o gare di endurance”.

 

 

Spoiler 2022: il Tor Des Geants 

 

Una piccola anticipazione:
A proposito, qualcuno ci ha svelato che siete al lavoro per la preparazione ad una delle gare più affascinanti del panorama mondiale dell’endurance: il TOR DES GEANTS.

 

“Al momento stiamo lavorando, proprio insieme a NBS, ad un interessante progetto sul Tor Des Geants 2022”.


Infatti Donato insieme al suo team sarà impegnato a seguire gli atleti della squadra NBS in una delle gare più affascinanti del panorama mondiale dell’endurance.


“Saremo presenti nel valutare le condizioni di base degli atleti dal punto di vista nutrizionale, metabolico, biomeccanico, psicologico. Ci interesseremo di ottimizzare la loro preparazione e la loro performance, ridurre la probabilità di infortunarsi, gestire meglio la stanchezza, lo stress e la privazione di sonno. Insomma una sfida non facile, ma molto stimolante!”.